Risotto all’Amarone

risotto all'amarone

Tra i piatti tipici del Veneto, possiamo annoverare il Risotto all’Amarone, un primo piatto originario della città di Verona. ecco la ricetta.

Per realizzare questa pietanza, i Veronesi – e non solo – utilizzano il Vialone Nano, una specie di riso coltivato nella Bassa veronese e protetto dal marchio IGP. Il riso viene tostato in padella con lo scalogno tritato e midollo di bue. Viene, poi, sfumato con l’Amarone della Valpolicella, un vino rosso, prodotto in Valpolicella, dal gusto pieno e intenso. Il risotto, poi, viene mantecato con il Monte Veronese grattugiato, un formaggio di latte vaccino, sempre prodotto a Verona.

Vediamo insieme come preparare il risotto all’amarone

Ingredienti

  • Riso Vialone Nano – 320 grammi
  • Monte Veronese grattugiato – 60 grammi
  • Vino Amarone della Valpolicella – 350 ml
  • 1 scalogno – 50 grammi
  • Burro – 60 grammi
  • Midollo di bue – 60 grammi
  • Brodo di carne – 1 litro
  • Sale – q.b

Tritate lo scalogno in modo fine. Sciogliete 30 grammi di burro in una casseruola, insieme al midollo di bue. Aggiungete, poi, lo scalogno, facendolo appassire, aggiungendovi un mestolo di brodo di carne. Unite il riso e fatelo tostare, versando poi l’Amarone a più riprese (2-3 volte). Fate assorbire bene il vino, mescolando, per cinque minuti, con un cucchiaio in legno. Cuocete ilr isotto a fuoco dolce, aggiungendo il brodo di carne, un mestolo alla volta. Spegnete il fuoco, appena vi rendete conto che il riso sia al dente.

Spegnete il risotto e, con i 30 grammi di burro rimasti e con altro formaggio Monte Veronese grattugiato, mantecate il risotto, creando un composto amalgamato. Potete conservare il risotto all’Amarone in frigo per massimo due giorni.

Buon appetito!

LASCIA UN COMMENTO